venerdì 20 ottobre 2017

Strage di Ustica e risarcimento del danno

Orientamenti giurisprudenziali in attesa delle S.U. in ordine all'annosa vicenda del risarcimento danni per le vittime della strage di Ustica

Con ordinanza n. 15534/17, la terza sezione civile della Corte di Cassazione ha rimesso al Presidente della Prima sezione, per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite, l’annosa questione della  configurabilità o meno, nell’ordinamento giuridico italiano, del principio della compensatio lucri cum danno, al fine di chiarire “se, nella liquidazione del danno, debba tenersi conto del vantaggio che la vittima abbia comunque ottenuto in conseguenza del fatto illecito, ad esempio percependo emolumenti versatigli da assicuratori privati, da assicuratori sociali, da enti di previdenza, ovvero anche da terzi, ma comunque in virtù di atti indipendenti dalla volontà del danneggiante”.

Leggi tutto l'articolo.

Richiedi la prima consulenza gratuita in studio.


Segui Pronto Professionista su Facebook:

La buona fede in fase di trattative contrattuali

Rimedi esperibili in caso di conclusione di un contratto valido ed efficace, ma sconveniente

Il presente contributo mira a fornire un quadro riassuntivo dei rimedi esperibili dalla parte che rimanga vittima di un contegno sleale durante la fase delle trattative contrattuali
Non accade di rado, infatti, che il contratto lungi dal rappresentare il naturale approdo di un processo di formazione della volontà scaturente da scelte informate e consapevoli, sia piuttosto condizionato da comportamenti scorretti di una parte che mira a massimizzare il proprio vantaggio economico nascondendo o alterando informazioni alla controparte. 

Leggi tutto l'articolo.

Richiedi la prima consulenza gratuita in studio.


Segui Pronto Professionista su Facebook:

Sofferenza fetale: si deve sollecitare l`arrivo del medico

Un pronto interessamento del medico avrebbe impedito la morte intrauterina del feto?

Secondo la Corte (Cassazione penale - Sezione V - sentenza n. 39771) “Integra il delitto colposo di interruzione della gravidanza la condotta dell’ostetrica che, incaricata di eseguire un tracciato cardio-tocografico all’esito del quale si evidenzi un’anomalia cardiaca del feto, ometta di informare tempestivamente il medico di turno, sempre che la violazione della regola cautelare, consistente nella richiesta di intervento immediato del sanitario, abbia cagionato o contribuito significativamente a cagionare l’evento morte”. 

Leggi tutto l'articolo.

Richiedi la prima consulenza gratuita in studio.


Segui Pronto Professionista su Facebook:

Art bonus e il mecenatismo culturale

Dettagli e esempi di calcolo

Il credito d'imposta per l'Art Bonus spetta nella misura del 65% delle erogazioni liberali effettuate. 
La legge di stabilità 2016 ha stabilizzato e reso permanente l’Art bonus, agevolazione fiscale al 65% per le erogazioni liberali a sostegno della cultura. 
In relazione alla qualifica del soggetto che effettua le erogazioni liberali sono previsti limiti massimi differenziati di spettanza del credito d'imposta
In particolare: 
per le persone fisiche ed enti che non svolgono attività commerciale (dipendenti, pensionati, professionisti), il credito d'imposta è riconosciuto nel limite del 15% del reddito imponibile; 
• per i soggetti titolari di reddito d'impresa (società e ditte individuali) ed enti non commerciali che esercitano anche attività commerciale il credito d'imposta è invece riconosciuto nel limite del 5 per mille dei ricavi annui. 

Leggi tutto l'articolo.

Richiedi la prima consulenza gratuita in studio.


Segui Pronto Professionista su Facebook:

Manutenzione dei pozzi per acqua

I pozzi per acqua vanno sempre tenuti in efficienza, altrimenti (prima o poi) si bloccheranno o inizieranno a dare acqua di bassa qualità!

I Pozzi per Acqua vanno sempre tenuti in efficienza. 
Molti utenti credono che, una volta realizzato il pozzo, esso duri per sempre senza bisogno di manutenzione alcuna. 
Completamente Sbagliato. 
Il pozzo è sottoposto ad usura e decadimento come ogni altra opera umana. 
Ma bastano pochi e semplici accorgimenti per mantenerlo a lungo in efficienza. 
Almeno una volta all'anno bisogna fare una verifica della pompa, dello stato delle linee elettriche di collegamento, delle tubazioni fuori pozzo. 
Sarebbe bene, nello stesso periodo, controllare la qualità delle acque, tramite un prelievo ed un'analisi chimica presso il laboratorio specializzato. 

Leggi tutto l'articolo.

Richiedi la prima consulenza gratuita in studio.


Segui Pronto Professionista su Facebook:

POR-FERS: richiesta la certificazione del revisore

Nella fase di rendicontazione delle spese sostenute, alla domanda di rimborso va allegata la certificazione di un revisore legale

Nell’ambito del programma Operativo del Fondo europeo di sviluppo regionale 2014-2020 “Investimenti a favore della crescita e dell’occupazione” del Friuli Venezia Giulia, il “Manuale delle procedure per la gestione e il controllo del POR-FESR 2014-2020” (decreto regionale FVG nr 2578 del 21 novembre 2016) prevede che, per le rendicontazioni complesse e con un numero elevato di giustificativi di spesa, in fase di rendicontazione delle spese, i beneficiari debbano allegare alla domanda di rimborso una certificazione di spesa emessa da un revisione legale.

Leggi tutto l'articolo.

Richiedi la prima consulenza gratuita in studio.


Segui Pronto Professionista su Facebook:

AIM - Mercato per le piccole e medie imprese

Quotarsi sul listino consente alle PMI di finanziare i propri piani di sviluppo senza ricorrere al credito bancario sempre più scarso

Le piccole e medie imprese italiane che vogliono investire nella loro crescita, possono entrare in un mercato a loro dedicato - AIM Borsa Italiana per le piccole e medie imprese.  Quotarsi sul listino consente alle PMI di finanziare i propri piani di sviluppo senza ricorrere al credito bancario sempre più scarso. Ma bisogna superare ogni reticenza e comunicare al mercato con chiarezza e tempestività. 

Leggi tutto l'articolo.

Richiedi la prima consulenza gratuita in studio.


Segui Pronto Professionista su Facebook:

Guida in stato di ebbrezza e revoca della patente

Il Codice della Strada prevede tre ipotesi di gravità delle sanzioni in base al tasso alcolemico riscontrato al conducente

Il reato di guida in stato di ebbrezza è sanzionato dal Codice della Strada con gli articoli 186 e 186 bis che hanno reso ancor più pesanti le punizioni in caso di violazione. Le norme, infatti, hanno subìto diverse modificazioni a partire dal 2003 che hanno nel tempo aggravato la posizione di colui che commette l’infrazione. Ma mentre l’art. 186 è una norma rivolta alla generalità delle persone, l’art. 186 bis è destinata ad alcune specifiche categorie di persone, che vedremo a breve. Prima partiamo con l’art. 186 del Codice della Strada.

Leggi tutto l'articolo.

Richiedi la prima consulenza gratuita in studio.


Segui Pronto Professionista su Facebook:

Il factoring, uno strumento non un'alternativa!

Utilizzo del factoring anche per le piccole medio aziende, informazioni sull'uso e funzionamento

Il factoring, ormai presente sul mercato della anticipazioni da qualche decennio, ad oggi, in Italia, nonostante i continui successi, intesi come miglioramento di accesso al credito e volumi trattati, non ha ancora raggiunto i livelli di utilizzo dei principali paesi industriali Europei: Gran Bretagna, Francia e Germania. Questo poichè non v'è ancora una conoscenza approfondita del prodotto, ed in questo articolo, senza nessuna presunzione, è quello che vorrei trattare. 

Leggi tutto l'articolo.

Richiedi la prima consulenza gratuita in studio.


Segui Pronto Professionista su Facebook:

Il CFI - Consulente Finanziario Indipendente

Le domande fondamentali che il cliente deve porre per riconoscerlo…e se le risposte non coincidono non può essere un CFI

Come viene pagata la sua prestazione?
Il CFI deve essere pagato direttamente dal cliente previa emissione di fattura (parcella) per l’attività professionale svolta in suo favore, così come avviene per qualsiasi altro libero professionista: avvocato, commercialista, medico privato, ingegnere ecc.
Riceve commissioni e incentivi sui prodotti consigliati?
NO, oltre che per divieto normativo anche per il rispetto della propria deontologia professionale che diversamente lo porrebbe in un grave e insanabile conflitto d’interessi.

Leggi tutto l'articolo.

Richiedi la prima consulenza gratuita in studio.


Segui Pronto Professionista su Facebook: